Marco Mengoni – Parole in Circolo

Marco Mengoni è finalmente tornato, il suo Parole in Circolo è l’album più atteso di questo 2015, il suo ritorno è stato atteso con molta pazienza sapendo che non avrebbe deluso le aspettative.

Marco non ha deluso le aspettative, con  il suo primo singolo “Guerriero” ci ha dato un indizio su cosa avesse fatto in questi due anni, in una parola sola: cambiamenti.  Il sound del primo singolo estratto, ha qualcosa di fresco, nuovo, naturale ed essenziale senza fronzoli di troppo. Parole leggere e frasi dal significato potente ed un video che fa da contorno al tutto rendendolo unico e spettacolare. Questo cambiamento non è passato inosservato tanto da aver aumentato la curiosità dei suoi fan, che ormai avevano dato inizio ad un conto alla rovescia contagioso.

Il suo album , ascoltato con attenzione, ha diverse sfumature che seguono una linea guida ben precisa. Canzoni lente, soffici e delicate che si alternano a ballate sempre delicate ma dall’impatto forte. Dieci brani con ognuno un significato potente che ognuno interpreta a modo suo, ma che comunque colpiscono al primo ascolto, come se raccontassero un pezzo di noi.

Devo ammettere che ho due canzoni preferite, ma sono sicura che cambierò idea, parlo di: Invincibile e La Neve Prima che Cada.  Quest’ultima, tra l’altro, è la più gettonata sui social. Invincibile ha un bel messaggio, un sound che trasporta e ti culla. La Neve Prima che Cada invece, è una piccola poesia nascosta dietro una canzone.E’ stato molto difficile fare questa scelta, in quanto i brani sono uno più bello dell’altro.  Sono anche molto curiosa di sentirlo live per vedere l’effetto di questi testi.

Vorrei aprire una piccola parentesi su alcune cose lette in giro per il web, forse è una piccola critica velata di chi ha visto questo cambiamento come una scopiazzatura di genere. Mengoni è  stato paragonato al bravissimo Tiziano Ferro. Non credo sia questo il caso, in ogni percorso, come in questo caso, arriva quella fase dove vuoi dare l’essenziale, vuoi togliere un po’ di fronzoli e regalare sfumature che possano accompagnare un determinato periodo della vita. Forse per Mengoni è arrivato quel momento, perché quest’album è ascoltabilissimo in macchina con la propria famiglia o addirittura nella propria camera in silenzio con un paio di cuffiette nelle orecchie ed affrontare se stessi perché quest’album è capace di raccontare tanto se si sa ascoltare nel modo giusto. Trovo davvero poco carino paragonarlo in questa fase a Tiziano Ferro. Entrambi sono due grandi artisti ed ognuno sta interpretando il proprio cammino senza “copiare”.

Infine vorrei spendere due parole per questo ragazzo. Uscito da un talent ha scalato le classifiche italiane in poco tempo; è riuscito a conquistare una grandissima fetta di pubblico, forse anche per i suoi modi e per l’essere così alla mano. E’ diventato una garanzia nel panorama italiano ed una cosa che approvo a pieno, il suo percorso è stato ricco di tappe importanti ed il suo esercito non l’ha mai abbandonato e sono sicura che non l’abbandoneranno mai perché ormai il Guerriero ha conquistato tutti diventando invincibile.

Se invece volete sapere cosa pensiamo dell’ultimissimo album di Fedez cliccate QUI, per Four degli One Direction QUI e per 1989 di Miss Taylor Swift QUA 🙂

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

One thought on “Marco Mengoni – Parole in Circolo

  1. […] importante per l’Italia è stata la premiazione per il WorldWideAct Europe vinto dal nostro Marco Mengoni, non c’è nulla da fare Mengoni è un treno in corsa e nessuno può […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: