RECENSIONE: HUNGER GAMES IL CANTO DELLA RIVOLTA – PARTE 1

Dividere l’ultimo film delle saghe cinematografiche in due parti, si sa, è ormai diventato di moda, e rappresenta oggi giorno ad Hollywood un “pericoloso” modus operandi. Perché pericoloso? Non dovrebbe essere meglio per i fans, per gli spettatori, per la storia dividere il film finale in due parti? NO, NO E NO!!! No, se ti deve uscire un film come Hunger Games: Il canto della rivolta – parte 1. Questa tendenza alla divisione l’aveva iniziata la Warner Bros, che con la scusa di non trascurare nulla del settimo libro della Rowling, aveva diviso Harry Potter e i doni della morte in due parti; l’operazione era riuscita, anche se a metà: a un secondo capitolo davvero scoppiettante se ne affiancava un primo che lasciava qualche dubbio sulla sua effettiva utilità in termini narrativi (i più maligni, e un po’ anche io, continuano a pensare che l’operazione sia stata fatta esclusivamente per soldi, altro ché… Anche se questa cosa non deve essere per forza un male. La tendenza era poi continuata con la saga di Twilight, che non ho mai visto e su cui non mi esprimo (anche se i commenti non erano molto lusinghieri).

Purtroppo, e spiace dirlo, questa prima parte de Il canto della rivolta delude. E non poco. Da fan della serie cinematografica (i libri mi erano piaciuti ma non così tanto da adorarli), da estimatore dei primi due film che ritengo veramente belli, avvincenti e ben fatti, non posso che esprimere il mio dispiacere nel trovarmi di fronte a un film così. Non che sia brutto, eh… Ma il tutto appare troppo lento, la narrazione macchinosa, i momenti morti troppi… Insomma in due ore di film le scene d’azione sono due, e sono proprio queste a risultare i momenti migliori del film! Forse questo film ci aiuterà a entrare nel “clima” di guerra del secondo capitolo che vedremo al cinema l’anno prossimo (20 novembre) ma per il momento risulta abbastanza anonimo.

Hunger Games: Il canto della rivolta – parte 1 è caduto in pieno nella trappola della divisione del film. Ci sono momenti che verranno ricordati, come la canzone di Katniss, ma la maggior parte del film ve la sarete già dimenticata ora dell’anno prossimo. Sebbene gli attori si dimostrino ancora il punto forte di questa saga (anche se avevo preferito la Lawrence del film precedente piuttosto che quella che compare in questo), vi è sempre un senso di insoddisfazione che aleggia per tutti i 123 minuti del film. Complimenti infine meritati a Lorde e alla sua bellissima Yellow Flicker Beat, canzone ufficiale del film.

In attesa della seconda parte, con la quale potremo avere una visione più completa, il film non può che meritarsi una sufficienza, senza aspirare a nulla di più.

Peccato.

Voto: 6

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

2 thoughts on “RECENSIONE: HUNGER GAMES IL CANTO DELLA RIVOLTA – PARTE 1

  1. lauraodair ha detto:

    Questa penultima parte del film è molto lenta si, ma anche più psicologica, affronta tematiche più serie e attuali, come la propaganda politica e così via. Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1 si vuole allontanare dagli altri blockbuster usciti fin’ora, è più violento e realistico. Regia spettacolare, film attinente al libro oserei dire quasi al 95 % e un cast eccezionale, Jennifer Lawrence è riuscita a trasmettere tutta l’angoscia e paura con la sua performance da farmi venire la pelle d’oca. Credibile e mai banale. Anche Donald aka il Presidente Snow, interpretazione impeccabile.

    Mi piace

  2. […] le redini di un progetto cinematografico-musicale tra i più attesi: la colonna sonora di “Hunger Games – Il Canto della Rivolta parte 1”. Il progetto sembra essere cucito su di lei, rappresentando una pietra miliare nella cultura […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: