TRANSFORMERS 4: L’ERA DELL’ESTINZIONE!

Booooom Boooooooooom Boooooooooooooom!!!

A 3 anni da quello che sembrava dovesse essere l’ultimo capitolo della trilogia di Transformers (“Transformers 3: dark of the moon”), Michael Bay ci regala un nuovo film della saga che ormai è diventata il suo giocattolone preferito: “Transformers 4: l’era dell’estinzione“!

Nuovo giro e nuova corsa? Non proprio.

Tralasciando il titolo “L’era dell’estenzione” che centra poco, se non niente, con la trama del film (lasciarlo solo “Transformers 4” appariva troppo brutto?), tralasciando le motivazioni meramente commerciali all’origine di questo progetto (anche se tuttavia capisco la Paramount e la Hasbro… Guadagnano vagonate di milioni di milioni da tutto il merchandising collegato ai vari film, chi glielo fa fare di fermarsi?), tralasciando vari momenti “a vuoto”  (colpa di una sceneggiatura che non è mai stato il punto forte della saga), il film svolge comunque più che egregiamente i due compiti per cui è stato creato: intrattenere (nella derivazione più pura e semplice del termine) lo spettatore per 164 minuti e sbancare i botteghini di tutto il mondo (ci sta decisamente riuscendo: ad oggi, quasi un miliardo di dollari incassati).

Se vi aspettate qualcosa di nuovo da questo Transformers resterete delusi: è vero che il cast di attori è totalmente cambiato e fanno la loro comparsa anche nuovi (alcuni davvero interessanti) robots, ma il tutto sa di già visto. Non che questo sia per forza un male, ma sappiate che il film non si discosta minimamente dai suoi predecessori: esplosioni, scontri (a volte un poco confusionari) tra robot, buoni contro cattivi, cospirazioni, città distrutte e via dicendo… Il definitivo salto di qualità sembra molto lontano.

D’altronde Michael Bay è Micheal Bay e che ci piaccia o no bisogna prendere tutto il suo “pacchetto di offerte” e il suo modo di far cinema così com’è: esplosioni, enormità, machismo, presenza costante di ragazze ammalianti e “standardizzate” (la protagonista del film non si discosta minimamente da questo target… Se nei primi due film Megan Fox faticava a stare al passo con il suo partner Labeouf ma ci metteva comunque del suo e nel terzo Rosie Huntington-Whitel era di una banalità disarmante, Nicola Peltz si colloca più o meno a metà strada tra le prime due, il che non risulta proprio un complimento) e bandiere americane ovunque. Senza contare i vari sponsor che fanno capolino in tantissime scene del film (addirittura autobus o cartelloni con su questi sponsor non si distruggono… Davvero, esplode tutto intorno tranne quel pezzo!!!).

Tutto brutto e cattivo? Certo che no!

Fortunatamente vengono introdotti nella storia nuovi elementi di narrazione di grande interesse: i “creatori”, questi alieni originari creatori tra gli altri di Optimus Prime, i Dinobots, enormi robots dalle sembianze dinosauresche, il ritorno di Megatron sotto nuove sembianze altri particolari, più piccoli ma egualmente interessanti.

Discorso personaggi: in mezzo a tanta inutilità (d’altronde chi se ne frega se in un film in cui al 90% vi sono scontri tra robots la recitazione e lo “spessore” dei personaggi vengono messi in secondo piano) spiccano le figure di Cade, il protagonista, interpretato da un Mark Wahlberg particolarmente ispirato nella parte di padre-eroe, e di Stanley Tucci, divertentissimo nei panni di un inventore ricchissimo prima “cattivo” e poi buono.

In conclusione “Transformers 4: l’età dell’estinzione” svolge alla perfezione, come già detto, il suo compito ed è sicuramente da vedere per chi vuole rilassarsi o godersi uno spettacolo, con la P maiuscola, cinematografico (cinema-attrazione). Forse, a giudizio di chi scrive, manca di quella grandezza ed epicità che animavano la storia del terzo capitolo, che resta il migliore dell’intera saga.

VOTO: 7 +!

IEIE

Annunci

3 thoughts on “TRANSFORMERS 4: L’ERA DELL’ESTINZIONE!

  1. thecinemacompany ha detto:

    Purtroppo su Transformers ho già la mia opinione…passa a leggere la mia review di TF3 e capirai quanto odii il cinema di Bay. Che dire almeno qui ci sono i dinosauri…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: