The Amazing Spider-Man 2, un film dolorosamente bello

So che la recensione di The Amazing Spider-Man 2 è stata già scritta dal mio compare (cliccate qui per leggerla) ma il fatto è che dopo aver visto il film mi sono sentito in dovere di scriverci qualcosa. Ho letto in giro diversi pareri e complessivamente è piaciuto però alcuni lamentano un uso spropositato degli effetti speciali (o CGI per gli esperti) e una sceneggiatura un po’ debole. Io in questo campo non sono ferrato, non so nulla a riguardo ma da ignorante come sono vi posso assicurare che le abbondanti 2 ore di film passano velocemente.

In film come questi gli effetti speciali servono per attirare il pubblico, ma in questo caso sono addirittura passati in secondo piano. Sì perché la vena più romantica del film è ad un livello superiore al tutto. Andrew Garfield (Spiderman) e Emma Stone (Gwen) non sono perfetti, sono molto di più (dopo la separazione tra Gwyneth e Chris loro sono la mia personale quinta essenza dell’amore). Affiatati, innamorati, complici, la scintilla tra i due attori è palese ed è il collante di una storia che per molti è considerata un po’ confusa.

Questi due ragazzi (senza dimenticarci di Dane DeHaan ossia Harry Osbourn/Goblin che si conferma molto bravo nell’interpretare ragazzi problematici, vedi Chronicle) insieme valgono l’intera visione del film insieme alle scene d’azione tra Spidey e Electro che riescono davvero a catapultarti nello scontro (alcune scene più di altre, bisogna ammetterlo) senza sfondare troppo nella grafica da videogioco (per es. Lanterna Verde).

Un altro fattore che per me è molto importante è stata la colonna sonora che recentemente sta diventando quasi d’obbligo (“bisogna” chiamare nomi importanti per attirare pubblico) anche se più per motivi commerciali che per la storia in sé. In questo sequel invece la musica fa da sfondo allo sviluppo della storia riuscendo nell’arduo compito di accompagnare senza infastidire. Questo secondo me, ovvio.

Vi lascio la canzone di Francesca Michielin (nostra piccola stella italiana la cui voce è presente nell’OST di questo film supereroistico) AMAZING:

Un ultimo aspetto che mi sento di voler sottolineare è l’aspetto più emotivo che questo film riesce a far risaltare. D’altro canto Spider-Man è forse uno dei supereroi che può puntare sulla sua gioventù/adolescenza come punto di forza che da un lato è parecchio commerciale e dall’altro ti prende e ti coinvolge. Fino al finale che per evitare spoiler non voglio descrivere (se hai già visto il film non c’è bisogno di aggiungere molto).

Concludo dicendo che comunque il cast di questo #TASM2 rasenta la perfezione.

PS: ma davvero c’è ancora qualcuno che non sa che per i film MARVEL bisogna aspettare i titoli di coda? Ma davvero?

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

4 thoughts on “The Amazing Spider-Man 2, un film dolorosamente bello

  1. thecinemacompany ha detto:

    Concordo con quanto hai detto! La mia recensione sembra una fotocopia di questa…dacci un’occhiata e dimmi se non siamo sulla stessa lunghezza d’onda!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: