“Oculus”, un film tutt’altro che scontato

[Il mio primo commento ad un film, siate clementi.]

Oculus (diventato da noi “Il Riflesso del Male”, stendiamo un velo pietoso sul fatto che da noi dobbiamo come spiegare nel titolo di cosa si parla perché se no non capiamo il genere del lungometraggio)film del 2013 uscito 2 giorni fa’ qui da noi, mi ha fatto una bella impressione e per questo ho deciso di parlarvene. Qui di seguito trovate il trailer:

La trama non è quella che si capisce dal trailer anzi, è tutt’altro. Soltanto verso il finale potete forse credere di aver capito qualcosa. Dico credere perché il film non è fatto per le serate in salotto con tanti amici, è un film che dev’essere seguito – se non tanto all’inizio, un minimo di attenzione bisogna averla già dopo una buona mezz’oretta – pena l’esclamazione (che tanto ho sentito in sala) “Ma che film di merda”.

Anche io per tutto il primo tempo del film ho creduto che fosse un film collage di molti generi, lo specchio maledetto, i “demoni” che rimandano tanto all’aspetto de La Madre (altro film che vi consiglio caldamente di recuperare), l’idea di una casa enorme dove ambientare l’intera storia etc.

Tuttavia la storia è ben altro; gli sviluppi della storia si evolvono su 3 diversi livelli che portano alla creazione di una struttura che si costruisce minuto dopo minuto con dettagli (certe volte anche inutili ai fini della storia) che fanno risultare il film uno dei più belli visti nell’ultimo periodo. I 3 livelli in questione sono semplicemente il passato (grazie alla serie di flashback) e il presente nei quali si intromette con forza anche un diverso livello parallelo ad entrambi, quello della realtà.

Per l’intera durata del film vediamo questo parallelismo tra ciò che successe nel 2002 (quando i fratelli erano ancora non più che bambini) e ciò che invece accade (o forse no?) nel presente.

Nel film non sai cosa sta accadendo davvero o cosa è semplicemente frutto dello specchio. La realtà e la finzione sono quindi i veri protagonisti della storia, i 2 fratelli sono semplicemente in balia delle situazioni nelle quali si trovano incastrati. E anche se noi -già dai primi minuti- capiamo che il personaggio di Kaylie Russell (la sorella maggiore) è una donna forte e determinata, pronta allo scontro diretto con il maligno e preparata per qualsiasi imprevisto capiamo che una cosa che non riesce ad affrontare c’è, ed è se stessa (idem per il fratello, Tim).

Come si fa ad affrontare qualcuno (o qualcosa) quando non hai il controllo di te o NON SAI quando hai il controllo di te?

Con questa frase concludo e vi chiedo di lasciarmi i vostri pareri perché, sinceramente, io non so se ho compreso davvero in pieno tutto il film. Vi dico, però, senza troppa fatica che il film sicuramente per gli amanti dell’horror impegnato come me, non banale, non splatter, molto più mentale che fisico, è davvero un gioiellino. Consigliato vivamente.

PS: i poster promozionali sono bellissimi

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

3 thoughts on ““Oculus”, un film tutt’altro che scontato

  1. Sep ha detto:

    Gran bel horror, credo unica volta che mi ricordi che il trailer e’ peggiore del film.

    Mi piace

  2. goblins ha detto:

    Ho perso minuti preziosi della mia vita nel guardare questo film ultra scontato dall’inizio alla fine. Il finale è a dir poco banale visto e ritrito in film di maggior spessore. Credo che insieme a “the clown” sia il peggior film horror che abbia visto. L’unica caratteristica degna di nota è il parallelismo temporale passato/presente, ma per il resto lo sconsiglio a chi vuole della propria vita non perdere nemmeno un secondo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: