Glee | 5×01 ‘Love, Love, Love’ – DoppiaRecensione

Ragazzi, questo è un nuovo progetto, che progetto (‘mazza che ridere..) da qualche giorno. D’ora in avanti alcune recensioni verranno sia recensite da me che dalla nostra amica MartyZano (anche lei proprietaria di un bellissimo blog di cui ora vi posto il link: http://vivointempibui.wordpress.com/). Data la comune passione per questo genere di cose, dato che è grazie a lei se io ho aperto questo blog, dato che lei è una gran figa (e penso così di aver raggiunto il minimo richiesto di motivi per legge), vi tocca.

In questa prima Doppia-Recensione (Yeah, I know, avrei dovuto cercare un nome un po’ meno pacchiano e più ricercato ma sono a quota zero in quanto fantasia ultimamente, se avete idee consigliate pure eh) ci siamo occupati della premiere della quinta stagione di Glee. Dai, ora non vi disturbo più e vi lascio leggere in totale libertà 🙂

Diego:

Allora mettiamo le cose in chiaro chi ha visto questa premiere di Glee è un fan (Gleek) che, anche conoscendo le pecche dello show ormai se n’è affezionato. Impossibile arrivare alla quinta stagione e continuare se non si è Gleek. Ci troviamo davanti ad una tipica puntata tributo, questa volta è toccato ai The Beatles. Ok, per carità tu sei Ryan Murphy e puoi tutto, ma questo l’hai fatto per attirare l’attenzione sullo show. Ok, cantano bene le nostre Nuove Direzioni ma si rischia un macello. Come di solito capita in questi episodi tributo la trama va in vacanza e nel giro di qualche giorno le relazioni tra tutti i personaggi cambiano.

Non vi sto a dire cosa è cambiato, vi dico soltanto cosa, secondo me, è andato bene e cosa si poteva evitare.

AVREI EVITATO:

  • il MATRIMONIO. No dai, basta matrimoni. Mai visti tanti matrimoni in una sola serie televisiva! E poi, inutili aggiungerei. Di fatti appena ho visto che Blaine faceva sul serio m’è venuto in mente “SERIOUSLY?!?”. Avrei preferito chessò altre 6 o 7 puntate sulla preparazione ecc piuttosto che così a muzzo.

  • La FRATELLANZA tra GLEE CLUB. Da quando? Grant Gustin (il futuro Flash in Arrow) mica aveva scagliato contro Blaine la granita l’ultima volta?? Per non parlare dei Vocal Adrenaline. NO COMMENT. (Tutto troppo poco realistico)

  • Artie che ha sempre più fidanzate e sempre più gnocche. Ora, non fraintendetemi, ma se bisogna portare la serie da comedy a fantascienza allora sono con voi ma American Horror Story inizia fra un po’. O meglio non è tanto il fatto delle relazioni improbabili quanto più che tutti gli stronzi diventano dolci entrando in Aula Canto (non me lo spiego proprio). [Santana la più credibile tra tutte.]. Già l’anno scorso la storia tra Rachel e quel dolce (gigolò) coniglietto di nome Brody mi puzzava.

  • Le esibizioni nel cortile dove poi tutti applaudono, ma mica il Glee Club fa schifo! Nerds! Sfigati! Rivoglio le granite, ne va della credibilità dello show.

  • Tina, basta. Avete provato più volte a farla emergere ma poi la ributtate in un angolo appena potete. Basta.

  • Far vedere Mercedes il tempo di 1 abbraccio e 1 bacio. Ma siamo pazzi?

 (in pratica questi sono anche i difetti che la serie ha iniziato ad avere già dagli ultimi anni non sono propri di questo episodio)

PROMOSSO/A:

  • la messa in scena di ‘I Saw Her Standing There’ e di ‘A Hard Day’s Night’ (anche se un cliente circa a metà canzone si prende una tallonata in faccia, l’ho visto solo io? ahahahah)

  • Mike O’Malley

  • Blaine

  • non mi vengono in mente altri motivi

RANDOM:

La magrezza di Lea? – voglio più Santana, più Mercedes, più Quinn e Puck (anche se sarà impossibile) – Non mi convincono più questi sostituti.

Attendo le new entry Demi Lovato settimana prossima e più avanti Adam Lambert.

MartyZano:

Quando ho sentito la parola “The Beatles” mi si sono illuminati gli occhi! Ammetto che ho sempre avuto un debole per Glee, amo come riescono a dare un tocco di originalità a tutte le canzoni che interpretano, amo il fatto che riescono a dare uno spazio a tutti i personaggi, amo la passione che trasmettono, dopo ogni puntata mi prende una voglia tremenda di cantare e ballare ovunque, poi mi rendo conto che se mi mettessi ad urlare “Don’t stop belieeeevin’!” in piazza Duomo a Milano, forse chiamerebbero la neuro in mezzo secondo.

Ammetto anche che questa serie ha molti limiti, gli scrittori di questo tele film sono distratti e spesso dimenticano le età dei personaggi, le persone guariscono miracolosamente da malattie che la puntata prima sembravano mortali, ignorano degli avvenimenti importanti e spesso sono esagerati.

Però, solitamente le prime puntate di ogni stagione rimango sempre affascinata, gli attori tornano più in forma di prima, le canzoni sono pazzesche, la grinta è alle stelle e io mi ripeto : “Diamine Marti, ecco perché continui a seguire questa serie!!!”

Devo dire che in questo inizio di stagione si sono superati, visto il pessimo finale, Glee fa il botto! Sarà che anche solo la parola Beatles mi provoca orgasmi multipli, ma le canzoni sono davvero degne di nota, riadattate alla perfezione, grintose, energiche, tanto che questo tributo epico occuperà due settimane intere, al Glee Club.

La puntata inizia con una delle voci più belle di tutte le stagioni, Rachel Berry, che canta “Yesterday” in versione nostalgica, dopo aver origliato una spiacevole conversazione tra due produttori di un musical che la scartano per il ruolo da lei scelto. Mentre Rachel canta, passeggia e ripercorre luoghi importante, pieni di ricordi ed emozioni, ammetto che sui miei occhi è apparsa una lacrimuccia, quindi dopo 3 minuti di episodio ero già in lacrime (cosa farò durante la puntata “Tributo” per Finn?!)

Passato questo momento di profonda tristezza, vediamo la Love Story tra il mio amato Artie e l’odiosa Kitty (non sono di parte, no!) che continuo a non apprezzare, vi sembra palesemente la brutta, anzi bruttissima, copia di quella con Brittany, la quale, lasciatemelo dire, è INSOSTITUIBILE! Lancio però una lancia a favore della coppia, il loro duetto è divertente, ambientato in un parco giochi e le loro voci si armonizzano perfettamente. Peccato che hanno ESAGERATO con le coccole e le cosucce sdolcinate, tanto da farmi salire il diabete.

Lei ovviamente è troppo figa per farsi vedere con lui (ma va?!?) quindi la loro storia diventa segreta, si incontrano solo in una stanza della scuola, lontani dagli occhi indiscreti delle pettegole. Artie, secondo me, fa finta di non prenderla male ma in realtà rode dentro all’idea di non poter girare per i corridoi della scuola con una figona in braccio, mentre spinge la sedia a rotelle.

Ora siamo a NY, nella grande mela, Rachel e la gnoccolona di Santana, sempre più bella e sempre più brava, lavorano come cameriere. Wow, questo non è un mega stereotipo, noooo! Tutte le grandi attrici partono dal basso, prima dalla strada poi sul palcoscenico, Glee non poteva farsi scappare un’opportunità del genere!

Tra i ragazzi c’è qualcuno che si sta facendo divorare dall’acidità: Tina, che ha pienamente ragione, va su tutte le furie quando scopre della relazione di Artie e Kitty, perché non vuole che l’amico subisca in silenzio e quindi rivela tutto al Glee club. A questo punto Kitty non può far altro che scoprire le carte: ammette che si vergognava nel farsi vedere con Artie, ma solo perchè prima di rendere pubblica la cosa voleva essere sicura che lui le piacesse davvero (in fondo in fondo scopriamo che anche lei è dotata di un cuore!), detto questo Artie e Kitty sono ufficialmente e pubblicamente una coppia.


Poi di nuovo nel cortile del McKinley, e… Aspetta, forse ci vedo male, quei due mi sembrano proprio Kurt e Blaine che fanno un romantico pic-nic sui gradini della scuola. Bene, è in arrivo la scena che tutte le donzelle e i romanticoni stanno aspettando ad un anno…

Blaine è disperato, cerca di far capire a Kurt che è stato un unico, solo errore, ma non c’è bisogno di convincerlo, lui lo sa già e mentre Blaine si sta alzano per fare l’ennesima serenata diabetica (tutta invidia la mia!!!) Kurt lo rimette a sedere e inizia  “Got To Get You Into My Life”, vi lascio immagine lo splendore di questo pezzo, loro sono stati messi al mondo per duettare insieme, hanno una chimica pazzesca.

Si rincorrono, si avvicinano, si girano attorno e alla fine… Si baciano, per concludere degnamente questo duetto.

Blaine è deciso a fare la proposta di Matrimonio a Kurt, ma deve essere una proposta EPICA e per farla come si deve chiede aiuto ai suoi fedeli amici del Glee Club e a tutti gli avversai storici, cantando “Help… I need somebody…’, convince i i Warblers, i Vocal Adrenaline e il Glee Club dei sordomuti a partecipare alla grande proposta.

Ovviamente non potevano scegliere un’altra canzone, la proposta di matrimonio per eccellenza avviene sulle note di ‘All you need is love’, Blaine fa un discorso strappalacrime, che tutte le ragazze vorrebbero sentirsi dire dal proprio amato, ovviamente Kurt risponde di “Si”, altrimenti avrei fatto irruzione alla Dalton e l’avrei insultato. Così finisce l’episodio, che non mi ha convinta al 100% ma aspetto le prossime uscite per dare la mia valutazione finale.

VOTO 3/5

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: